Il mio dono

MioDono Marchio

il mio dono unicredit

Fai una donazione

Paypal il metodo più sicuro per sostenere le attività di Porta Aperta con una donazione online

Aderisci a Porta Aperta

Partecipa attivamente alle attività di Porta Aperta.

Diventa socio volontario

  • Porta Aperta
  • Cambia il finale
  • Intorno a noi
  • Siamo Noi del 6 gennaio 2015

Modena, 21 febbr 2016 convegno COMUNITA' CRISTIANA E DIRITTO ALLA SALUTE DEGLI IMMIGRATI E DEI MIGRANTI

Nell’anno del Giubileo Straordinario della Misericordia indetto dal Papa, cerchiamo come comunità diocesana di sensibilizzarci ai bisogni di salute dei nostri fratelli immigrati e migranti.
Il secondo obiettivo dell’incontro è sempre più costruire ponti e collaborazioni con il resto della società civile e le istituzioni sociali e sanitarie.
La tutela della salute degli immigrati e dei migranti è veramente un’opera di misericordia, nel significato evangelico della parola, in cui l’impegno dei singoli e della comunità cristiana e di tutta la società si incontra con il dovere delle istituzioni di assicurare equità di accesso ai servizi e tutela dei diritti della persona, garantiti dalla Costituzione.
I servizi sanitari per gli immigrati regolari già inseriti nella nostra società sono comuni ai cittadini di origine italiana; dobbiamo però conoscerne gli aspetti multiculturali e i rischi comunque incombenti di fragilità (per esempio delle centinaia di migliaia che ogni anno, perdendo il lavoro, rischiano di precipitare nella irregolarità e di perdere diritti di assistenza sanitaria).
Riflettere poi sulla salute degli migranti, nelle diverse situazioni di precarietà e di irregolarità, ci porta al tema dei diritti negati della persona, che gli operatori di Porta Aperta a Modena incontrano tutti i giorni. 

Schermata 02-2457430 alle 08.54.50

 

 

A PORTA APERTA LA MOSTRA "LE OPERE DI MISERICORDIA" (15 febbraio-15 marzo 2016)

L’Anno Santo della Misericordia è un anno speciale di Grazie in cui tutta la Chiesa è chiamata a riscoprire la misericordia del Padre e a viverla, in modo speciale, nelle Opere di Misericordia nei confronti dei fratelli, dei poveri in modo particolare.

Aderendo all’invito di Papa Francesco, Porta Aperta vuole soffermare l'attenzione sulle Opere di Misericordia e per aderire a questo invito mette a disposizione delle Parrocchie, di Gruppi, Associazioni e singole persone una Mostra sulle Opere di Misericordia, prodotta dall'Editrice Missionaria Italiana (EMI).

Si tratta di un percorso, in 12 pannelli, che aiuta ad approfondire la realtà di queste Opere nel contesto del mondo di oggi.

Sarà possibile visitare la mostra da 15 febbraio al 15 marzo 2016, dalle ore 14 alle 20 dei giorni feriali e dalle 9 alle 20 del sabato e della domenica presso la sede dell'associazione a Modena in Strada Cimitero San Cataldo 117. Contestualmente una guida illustrerà anche le attività di accoglienza di Porta Aperta.

Per richiedere la visita ci si può rivolgere al numero 329 72 36 079 oppure all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Modena, febbraio/marzo 2016 DUE CORSI PER I VOLONTARI DI PORTA APERTA E ANCHE PER NUOVI POTENZIALI VOLONTARI

1) COMPETENZE SOCIALI ED EMOTIVE NELLA RELAZIONE D’AIUTO Modena, Centro Famiglia di Nazareth (Strada Formigina 319) - 26 febbraio 2016 ore 19
Il percorso formativo ha come obiettivo principale quello di aiutare i volontari ad analizzare le proprie competenze sociali- relazionali ed emotive-affettive che mettono in atto nel loro ruolo di volontario.

La motivazione che ci ha spinto ad affrontare queste due tematiche è che entrambe sono alla base di alcuni strumenti fondamentali utilizzati dai volontari nella relazione d’aiuto ossia: - La comunicazione: come strumento di creazione di relazioni che stanno alla base dei rapporti tra volontari, tra i volontari e l’associazione e tra i volontari e i destinatari degli interventi. - L’ascolto empatico Il percorso formativo si struttura in 5 incontri, di un 1ora e 30 minuti ciascuno, durante i quali le tematiche verranno affrontate principalmente con una modalità esperienziale che permetterà una libera espressione e la sperimentazione individuale all’interno del gruppo in formazione.
Il confronto e l'approfondimento dei temi e dei contenuti che emergeranno avverrà sia sul piano affettivo-emotivo che su quello cognitivo-razionale.


PROGRAMMA FORMATIVO:
1° incontro venerdì 26 febbraio ore 19.00 Presentazione dei membri del gruppo con successiva presentazione di “Caritas” e “A porta aperta”;
2° incontro Venerdì 11 marzo ore 19.00: L’ascolto Attivo
3° incontro Venerdì 1 Aprile ore 19.00 Le abilità sociali, quali sono e perché sono importanti in una relazione d’aiuto?
4° incontro Venerdì 15 Aprile ore 19.00 Cosa intendiamo quando parliamo di intelligenza emotiva?
5° incontro Venerdì 29 aprile ore 19.00 Emozioni ed empatia
6° incontro Venerdì 13 maggio ore 19.00: Conclusioni e riflessioni sul corso di formazione più nuovo intervento degli operatori Caritas Paolo e Serena

Conduttore: Dott.ssa Mancone Monica, psicologa e psicoterapeuta
Osservatore: Franco Longo
Numero dei partecipanti: minimo 10 massimo 20

2)CORSO PER VOLONTARI DELL'UNITA' DI STRADA Modena, Centro Famiglia di Nazareth (Strada Formigina 319) - 24 febbraio e 2 marzo 2016 ore 21
Il corso promosso dall'associazione di volontariato Porta Aperta e dalla Caritas Diocesana di Modena si terrà nelle date 24 febbraio 2016 e 2 marzo 2016, entrambe le volte alle ore 21.

L'obiettivo è quello di sviluppare le competenze dei volontari impegnati in questo servizio: si parte dal "saper essere", quindi dalla parte motivazionale.

Il primo incontro è tenuto da Don Daniele Simonazzi, prete reggiano con una straordinaria esperienza di accoglienza.

Il secondo incontro è volto ad illustrare il contesto entro cui viene proposto questo servizio, che è quello di Porta Aperta e dalla Caritas Diocesana di Modena.

IL CORSO E' APERTO SIA AI VOLONTARI DI PORTA APERTA GIA' IMPEGNATI IN QUESTO SERVIZIO SIA A NUOVI VOLONTARI.

L'unità di strada, lo ricordiamo, si compone di un gruppo di volontari che nelle ore notturne (dalle 22 alle 24 circa) percorre alcune tappe prefissate all'interno della città per incontrare le persone che dormono in strada, portare loro un saluto, una coperta, una bevanda calda, con l'obiettivo di fare da ponte con i servizi pubblici e del volontariato a cui queste persone possono rivolgersi per uscire dalla condizione di marginalità.

Per entrambi i corsi è richiesta conferma di partecipazione entro il 23 febbraio 2016 scrivendo un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando a quale dei due o se a entrambi si intende partecipare

CIBO E CURA: PERCORSI E SINERGIE TRA VOLONTARIATO, ENTI LOCALI E AZIENDE A SOSTEGNO DELLA COMUNITÀ

Sabato 6 febbraio 2016 ore 9.30 presso la Sala Avis Provinciale (Via Livio Borri 40, Modena) una giornata di studio aperta a tutti promossa da Associazione Servizi per il volontariato di Modena con il patrocinio del Comune di Modena e in collaborazione con il Forum provinciale del Terzo Settore

Prima parte: Per un cibo accessibile e solidale

“La relazione con il cibo, il cibo come relazione” – prof. Claudio Cernesi, già docente presso l’Università di Modena e Reggio Emilia

Buone pratiche sul territorio

“I valori solidali nel cibo e nella comunità: Portobello e gli empori provinciali” – Luigi Zironi, volontario di Portobello

“Il cibo come strumento: Famiglie in rete” - Claudia Anselmi, parrocchia Beata Vergine Addolorata

“Altre esperienze dedicate alle famiglie vulnerabili”
Gaetano Tripoli, Progetto Insieme Onlus 
Gianna Codeluppi, Cesav Associazione Volontari gruppo CEIS

Ore 11: pausa caffè a cura dell’Associazione Donne nel mondo

Seconda parte: Strategie di solidarietà a Modena e provincia

“Le prossime sfide di Portobello: autonomia e gruppo di acquisto popolare” – Emanuela Carta, Presidente Associazione Servizi per il Volontariato di Modena

“Conclusioni: quale modello per il futuro? Verso un polo cittadino del cibo solidale” – Giuliana Urbelli, Assessore al Welfare del Comune di Modena

Workshop di studio delle Linee di indirizzo sulla grave marginalità sociale, Modena 3 febbraio 2015

WORKSHOP DI STUDIO DELLE LINEE DI INDIRIZZO SULLA GRAVE MARGINALITÀ SOCIALE Modena, Mercoledì 3 Febbraio 2015 ore 16.30 con Paolo Pezzana, ex presidente fioPSD (Federazione Italiana degli Organismi per le Persone Senza Dimora) ed esperto nella segreteria tecnica che ha redatto le Linee

L'incontro si terrà ad Espo (Modena, via Nicolò dell'Abate 66) ed è promosso da Porta Aperta e CCT fioPSD in collaborazione con Associazione Servizi per il volontariato di Modena, il Progetto regionale "Accogliere per ricominciare" e la cooperativa sociale "L'Angolo".

Sono invitati operatori degli Enti pubblici e delle realtà del Terzo Settore. La partecipazione è gratuita previa iscrizione mandando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il 5 Novembre 2015 la Conferenza Unificata (Stato, Regioni, Autonomie Locali) ha approvato le Linee di indirizzo al contrasto della grave marginalità sociale, predisposte dal Ministero del Welfare con la segreteria tecnica della fioPSD. Successivamente le Linee sono state presentate al CNEL il 10 Dicembre scorso, unitamente al follow up della Ricerca dell'ISTAT sui senza dimora in Italia, svolta in collaborazione con Caritas Italiana e fioPSD.

Scopo delle Linee Guida è quello di indicare le migliori esperienze e pratiche, a livello nazionale, per contrastare le forme di emarginazione più gravi.

Il punto fondamentale è che questo documento deve, per non rimanere un elenco di buone intenzioni, essere applicato a livello regionale e locale. L'obiettivo del Seminario del 3 Febbraio è quello di approfondire e studiare il documento, ma soprattutto di mettere in evidenza i servizi che, anche a Modena e in Emilia Romagna, vanno creati, potenziati o rinnovati.

La modalità scelta è quella del confronto tra operatori di diverse realtà.