Il mio dono

MioDono Marchio

il mio dono unicredit

Fai una donazione

Paypal il metodo più sicuro per sostenere le attività di Porta Aperta con una donazione online

Aderisci a Porta Aperta

Partecipa attivamente alle attività di Porta Aperta.

Diventa socio volontario

  • Porta Aperta
  • Cambia il finale
  • Intorno a noi
  • Siamo Noi del 6 gennaio 2015

Modena, 6 giugno 2016 LOTTA ALLO SPRECO ALIMENTARE: ESPERIENZE E PROGETTI

Modena, lunedì 6 Giugno 2016 ore 17.30 presso Sala ESPO, Via Nicolò dell’Abate 66

Apre i lavori e coordina: Emanuela Carta, Presidente dell’Associazione Servizi per il Volontariato di Modena

Saluti: Giuliana Urbelli, Assessore al Welfare del Comune di Modena

Intervengono:

Luca Barbari – Presidente di Porta Aperta
L’esperienza della mensa di Porta Aperta

Luigi Zironi – Portobello
Portobello, un market sociale contro la povertà

On. Maria Chiara Gadda – Deputata - Relatrice del disegno di legge contro lo spreco alimentare
Combattere gli sprechi, semplificando la donazione

Dibattito

Conclusioni a cura di Alberto Caldana – Porta Aperta

Modena, 2 giugno 2016 convegno POPOLI IN MOVIMENTO: LA SFIDA DELLA CITTADINANZA

Arcidiocesi di Modena-Nonantola, Ufficio Migrantes - Caritas diocesana - Pastorale sociale e del lavoro in collaborazione con Porta Aperta

POPOLI IN MOVIMENTO: LA SFIDA DELLA CITTADINANZA
Giovedì 2 giugno 2016 ore 21 Modena, Strada Cimitero San Cataldo 111

Interventi Mons. Erio Castellucci, Arcivescovo di Modena-Nonantola ‘Il ruolo della Chiesa nella costruzione della nuova cittadinanza’

Mons. Giancarlo Perego, Direttore Fondazione Migrantes - CEI I nuovi cittadini: evoluzione dei fenomeni migratori in Italia e in Europa

On. Cecile Kyenge, Parlamentare europea Quali politiche migratorie in Europa

Aderiscono: CNA Provincia di Modena; Unimore - Master Interculturale; Forum Terzo Settore; ASVM – Associazione Servizi per il Volontariato; Associazione Integriamo; Avvocato di Strada Modena

Con il patrocinio del Comune di Modena

Un fiore come un uomo

Da Modena un appello per sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sul tema dell'accoglienza e integrazione dei migranti. Il 22 maggio 2016 porta un fiore nella piazza della tua città

Un appello che parte da Modena, da un gruppo di associazioni e prima ancora di cittadini italiani ed europei, indignati per la situazione in cui sono costrette migliaia di persone bloccate dai tanti confini d'Europa, uomini, donne, bambini, anziani che soffrono la fame, la sete, il freddo.

Per protestare contro questo stato di cose, Porta Aperta, Azione Cattolica di Modena, Unione Giuristi Cattolici di Modena, Agesci Zona di Modena, IntegriaMo, Arte Migrante di Modena, Centro Sportivo Italiano Modena, Csi Modena Volontariato, Avvocato di Strada Modena invitano la cittadinanza domenica 22 maggio 2016 ore 19 a portare un fiore in Piazza Grande a Modena, da depositare sulla Preda Ringadora e invitano tutti i cittadini italiani a fare lo stesso nella piazza della propria città.

L'iniziativa è volta a sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sul tema dell'accoglienza e integrazione dei migranti: sul sito www.unfiorecomeunuomo.it e su www.change.org alla voce “Un fiore come un uomo, un gesto per un migrante” è possibile firmare una petizione e rimanere aggiornati sullo sviluppo dell'iniziativa. Un fiore senza acqua, al sole, appassisce presto e subito muore. Ma anche un essere umano, senza acqua, senza cibo, esposto alle malattie, muore presto.

Luca Barbari è il nuovo presidente di Porta Aperta

Modena, 13 maggio 2016 - Presso la sede dell'associazione Porta Aperta venerdì 13 maggio 2016 si è tenuto il rinnovo delle cariche associative. Luca Barbari, 36 anni, avvocato, è il nuovo presidente di Porta Aperta. Un ringraziamento al presidente uscente Franco Messora, nominato vicepresidente.

“Un'associazione in salute, capace di assistere e difendere gli ultimi grazie all'azione di numerosissimi volontari, al sostegno economico di una vasta platea di donatori e al lavoro dei suoi validi e generosi operatori è il patrimonio che il nuovo consiglio ha ricevuto da Franco Messora e dai precedenti amministratori: da questi buoni risultati, con gratitudine, intendiamo partire per costruire il futuro dei prossimi anni di vita associativa - afferma il neo presidente Luca Barbari - Un ringraziamento sentito al Comune, alla Diocesi e a tutti i nostri volontari che quotidianamente sostengono il nostro lavoro. Grazie al Vescovo Don Erio Castellucci e all’assessore Giuliana Urbelli per aver partecipato alla nostra assemblea ordinaria lo scorso 29 aprile".

I componenti del consiglio direttivo sono: Giuliano Venturelli, Alberto Caldana, Paolo Guidetti, Gianpaolo Ronsisvalle, Damiano Benatti, Claudia Canepone, Sofia Gambigliani Zoccoli.